EN

Adunanza

Adunanza è un ritratto collettivo di Sansepolcro e della sua comunità. Prendendo spunto dall’iconografia de La Madonna della Misericordia – che avvolge e protegge i fedeli – l’artista Francesco Ciavaglioli ha raccolto centinaia di foto delle persone di Sansepolcro, creando un collage di volti affiancati l’uno all’altro, su un pannello retroilluminato. Successivamente, durante i primi giorni di svolgimento di Kilowatt Festival, con la collaborazione degli abitanti della città, applicando una carta traslucida sopra questa superficie, Ciavaglioli ricalcherà e colorerà uno a uno i volti: un gesto di auto-rappresentazione da parte della comunità, che si manifesta non più al riparo del manto dorato della Vergine, ma decide di esporsi, brillando di luce propria.

Francesco Ciavaglioli, opera collettiva

Adunanza è un progetto realizzato a Sansepolcro nel 2015 durante la residenza Kilow'art, sezione arti visive del festival Kilowatt a cura di Saverio Verini. L'opera è in esposizione permanente presso il foyer del Teatro alla Misericirdia, ex confraternita, prima sede dell'omonimo polittico di Piero della Francesca, a cui l'opera è ispirata.

Adunanza, opera partecipata ricalco matite e pennarelli su carta traslucida, lightbox 200 x 15o.

"Una tecnica semplice, che riconsegna il momento antico e infantile dell'istruzione della mano nello spazio del foglio, ma che allo stesso tempo implica una riflessione su ciò che è l'immagine, la simulazione e la rappresentazione di una realtà a volte opaca, dello scarto tra il visibile e il non visibile".

Exhibart

"L’artista decide di ribaltare il ritratto della collettività, coinvolgendola in un’azione che la vede protagonista della propria rappresentazione".

Domus

"È riflettendo su questo potere di riscatto di immagini comuni che è stata concepita l’opera collettiva Adunanza".

Il Muro

allestimento presso Teatro alla Misericordia Sanepolcro
work in progress
ricalco matita e pennarelli su lightbox