EN

Respice finem

Respice finem è un ntervento site specific ideato appositamente per la mostra Straperetana. L’opera consiste nell’affissione di decine di manifesti ed è ispirato a un motto riportato sull’architrave di una finestra del borgo di Pereto (AQ) luogo della mostra. La scritta riporta AD FINE RESPIC che dopo una piccola ricerca si è rivelato far riferimento e sintetizzare il motto latino “quidquid agis, prudenter agas et respice finem” (Qualunque cosa tu faccia fallo con prudenza e considera le conseguenze). La scritta è dunque un’esortazione alla prudenza e alla responsabilità. L’idea del lavoro è di riattivare la frase relazionandola con il presente del territorio.  I manifesti abbinano alla scritta delle fotografie scattate dall’artista presso la scuola superiore da lui frequentata, l’Istituto d’Arte di L’aquila fortemente colpito dal terremoto del 2009.
L’opera intende dunque rileggere l’usanza un po’ “naive” del paese di scrivere motti e proverbi sui muri in un’ottica più profonda e fatale, ma anche di riattivare il motto latino apparentemente così lontano eppure di bruciante attualità.

site specific straperetana Respice finem, manifesti 100x70

Respice finem, manifesti 100x70 cm, 2017

straperetana nasce da un’idea di Paola Capata e Delfo Durante. Per la prima edizione, a cura di Saverio Verini, sono stati invitati 15 artisti, che hanno realizzato una serie di interventi disseminati nel borgo di Pereto. Abitazioni sfitte, bar, locali in disuso, ma anche vicoli e strade: il progetto coinvolge l’intero paese, con gli artisti che hanno interagito con gli spazi interni ed esterni attraverso l’impiego di mezzi espressivi differenti, dalla pittura all’installazione, dalla fotografia alla performance. Il titolo del progetto espositivo, straperetana, allude a una dimensione fieramente “di paese”, ma estesa, amplificata. Il confronto tra l’antico borgo rurale e la visione degli artisti genera una frizione tra tradizione e contemporaneità; un dialogo contaminato da energie antiche e nuovissime insieme, capace di valorizzare Pereto – le sue storie, la sua conformazione urbanistica – e le opere qua ospitate per l’occasione. Tutti gli interventi si misurano con le caratteristiche del luogo, in termini concettuali ed estetici, grazie ai numerosi sopralluoghi effettuati dagli artisti negli scorsi mesi, che hanno permesso loro di entrare in contatto con il contesto, avvicinandosi alla storia e all’unicità di Pereto. Straperetana rappresenta anche l’occasione per scoprire un luogo inaspettatamente ricco di storia ed elementi di interesse, situato in una splendida terra di confine tra Abruzzo e Lazio, a soli 70 chilometri da Roma. Gli artisti che partecipano a straperetana sono: Giorgia Accorsi, Elena Bellantoni, Dario Carratta, Francesco Ciavaglioli, Adelaide Cioni, Giovanni de Cataldo, Matteo Fato, Fondazione Malutta, Fabio Giorgi Alberti, Matteo Nasini, Leonardo Petrucci, Calixto Ramírez Correa, Marta Roberti, Alessandro Vizzini, Maria Teresa Zingarello.

site specific straperetana Respice finem, manifesti 100x70
site specific straperetana Respice finem, manifesti 100x70
site specific straperetana Respice finem, manifesti 100x70