EN

Vulgata

Vulgata è un progetto che rielabora gli elementi della stampa tradizionale come Matrice, Copia e Tiratura attraverso un processo di riproduzione “liquido” che prevede l’uso di inchiosrti direttamente applicati su risme di  carta assorbente.

Vulgata installazione ambientale, pennarelli e carta assorbente_

L'opera in diverse varianti è stata esposta presso: Galleria est291 a Roma, Abruzzo Open Day 2016_Culture & Arts e presso la sesta residenza Art Sweet Art a Malnate (VA)

Vulgata, Installazione ambientale, colori a spirito e carta assorbente. Il lavoro rappresenta una rielaborazione degli elementi principali del processo di stampa editoriale: matrice, supporto e multiplo. Nel processo l’intera tiratura viene stampata in un unico passaggio. Applicando la matrice (una composizione di pennarelli apposti in una griglia) su una risma di carta assorbente, la tiratura assume un ruolo attivo nella produzione e riproduzione dell’immagine: essa assorbendo l’inchiostro foglio dopo foglio, riproduce l’immagine originale trasformandola, innescando così una produzione seriale di pezzi unici. Il titolo Vulgata fa riferimento all’aspetto fuorviante della divulgazione. Il lavoro si presenta infatti come un’informazione parziale poiché ogni copia è parte di un processo più vasto di cui costituiscono solo una traccia, ma soprattutto perchè il processo innesca una riproduzione imperfetta che modifica l’immagine come nelle vulgata si modificano i fatti.

Vulgata installazione ambientale, pennarelli e carta assorbente_work in progress
Vulgata installazione ambientale, pennarelli e carta assorbente_galleria est291
Vulgata, pennarelli e carta assorbente_work in progress